Contributo alle Imprese

Bando Videosorveglianza

 

 

Il Comune di Lesina, in collaborazione con l’Associazione I custodi degli antichi sapori, e la Regione Puglia Assessorato allo Sviluppo Economico, nel quadro delle proprie attività istituzionali, al fine di garantire condizioni di maggiore sicurezza per le imprese commerciali con sede e/o unità locale operativa nel territorio comunale, istituisce per gli anni 2010/2012 un fondo di Euro 47.251,00 quale contributo agli investimenti in strumentazioni tecniche di video-sorveglianza e controllo.

 

Art. 1) Possono accedere ai benefici previsti dal presente bando le piccole e medie imprese commerciali, con sede e/o unità operativa e depositi nel territorio del Comune di Lesina, che svolgono: attività di vendita al dettaglio effettuate in esercizi di vicinato, attività di commercio ambulante, attività di vendita all’ingrosso, attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande su area privata in sede fissa, attività di rivendita di generi di monopolio, attività di rivendita di prodotti farmaceutici, specialità medicinali, dispositivi medici e presidi medico-chirurgici, attività di vendita e distribuzione di carburanti in impianti stradali, attività di rivendita di stampa quotidiana e periodica effettuata in punti vendita esclusivi; che hanno realizzato dal 16/10/2010 o che realizzeranno entro il 16/08/2012 investimenti rivolti all’installazione, sia presso le attività commerciali che presso i locali destinati a deposito, di strumentazioni tecniche di videosorveglianza e controllo. Sono escluse dai contributi le imprese inattive, le imprese in stato di fallimento o sottoposte ad altra procedura concorsuale al momento della presentazione della domanda.

 

Art. 2) Sono ammesse al contributo, purché effettuate durante il periodo di cui all’art. 1, le spese sostenute per l’acquisto, installazione ed attivazione, presso le proprie unità operative  di impianti di videosorveglianza.

Nel caso di imprese con sedi o unità locali in più Comuni, gli interventi oggetto del contributo dovranno essere riferiti all’unità operativa autonoma sita nel Comune di Lesina Non sono ammissibili interventi di edilizia se non strettamente legati all’installazione dei predetti dispositivi.

 

Art. 3) Il contributo viene calcolato nella misura massima del 33,50% sul valore delle spese ammissibili, al netto dell’Iva, sino ad un massimo costo impianto di € 5.000,00.

Le agevolazioni in questione sono concesse con le modalità e i criteri degli aiuti de minimis, di cui alla disciplina comunitaria degli aiuti di Stato alle imprese. Risulta pertanto necessario far sì che, qualora l’impresa richiedente abbia ottenuto, nel triennio precedente la data di spedizione della domanda, aiuti riconducibili sotto la categoria de minimis d’importo complessivamente inferiore a 200.000 euro, tale limite non venga superato attraverso la concessione dell’agevolazione richiesta.

 

Art. 4) Erogazione del contributo –La concessione del contributo alle imprese aventi diritto e la sua entità verranno disposti dal Presidente dell’Associazione a seguito di verifica della documentazione riferita alla realizzazione dell’impianto e di sopralluogo.

Il contributo verrà assegnato con le modalità previste all’art.3, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande e fino all’esaurimento dello stanziamento previsto per l’iniziativa ovvero, in ogni caso, entro il 31/05/2012. La concessione del contributo sarà comunicata a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento.

Le domande di agevolazione ricevute il giorno successivo alla data di chiusura dei termini non saranno prese in considerazione. L’esaurimento dei fondi verrà accertato con provvedimento del Presidente di concerto con il dirigente del settore II del Comune di Lesina .

 

Art. 5) La domanda, sottoscritta dal titolare o legale rappresentante dell’azienda, deve essere presentata, su apposito modulo, disponibile presso l’ufficio Commercio del Comune, sul sito del Comune www.comunelesina.it, presso le Associazioni di categoria e l’Associazione “I Custodi degli antichi sapori”, a partire dal 14 novembre 2011 e fino ad esaurimento fondi ed, in ogni caso, entro il 30/04/2012, a mezzo di raccomandata A.R. o consegna a mano presso l’Associazione “I Custodi degli antichi sapori” in Viale Veneto n. 20, in Lesina, che provvederà a rilasciare ricevuta con relativo numero di protocollo.

Alla domanda va allegata la seguente documentazione:

a) fotocopia delle fatture per gli interventi già realizzati ovvero preventivo idoneo a fornire una descrizione dell’intervento e delle caratteristiche tecniche dell’impianto che si intende installare;

b) fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente.

c) certificato di iscrizione alla CCIAA di Foggia.

Nel caso di domanda regolare completa, qualora l’Associazione ritiene necessario procedere all’acquisizione di ulteriori dati e informazioni, provvede alla richiesta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso l’integrazione della documentazione dovrà pervenire entro e non oltre 15 giorni dalla data di ricevimento della richiesta.

Il parziale invio della documentazione di cui ai punti a) e b) o il mancato invio delle integrazioni, comporterà l’inammissibilità della richiesta.

L’investimento realizzato con il contributo di cui al presente bando deve essere conforme al preventivo presentato e deve essere realizzato entro il termine perentorio di tre mesi, decorrenti dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo.

La liquidazione del contributo sarà effettuata, a mezzo bonifico bancario ai sensi della legge 136/2010 e accredito dei fondi, previa presentazione da parte delle imprese beneficiarie di:

a) copia delle fatture di spesa debitamente quietanzate con la dicitura “Nuovo impianto”;

b) copia del certificato di conformità rilasciato dall’azienda installatrice.

 

Art.6) Avvertenze –

Ai sensi della D.Lgs. 30.06.2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, i dati richiesti dal presente bando e dal modulo di domanda saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi previsti dal bando stesso e saranno oggetto di trattamento svolto con o senza l’ausilio di strumenti informatici nel pieno rispetto della normativa sopra richiamata.

Il titolare dei dati forniti è l’Associazione “ I custodi degli antichi sapori” con sede in Lesina in Viale Veneto, 20.

 

Lesina, lì 3 novembre 2011

 

Il Presidente

Giovanni Capuzziello

 

 

                                                                                                                    

Contributo alle Impreseultima modifica: 2011-11-07T12:36:57+01:00da custodiantichis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento